Ministero per i Beni e le Attività Culturali - Sistema Archivistico Nazionale
 
 IL PATRIMONIO ARCHIVISTICO - SCHEDA visualizza XML
 
 
Area dell'identificazione
livello
fondo
codice identificativo
IT-ASBO-00006990
 
denominazione
Compagnia e conservatorio di S. Maria del Baraccano
 
estremi cronologici
1360 - 1942
 
consistenza
241 registri
318 buste
2 filze
 
storia istituzionale/amministrativa, nota biografica
"Ebbe origine da una compagnia laicale, formatasi nei primi anni del '400 per venerare l'immagine miracolosa della Madonna dipinta sulla parte interna di un 'baraccano' (torrione o contrafforte) nel tratto di mura della città, tuttoggi esistente tra porta Castiglione e porta S. Stefano. A protezione dell'immagine fu eretta dapprima una cappella, quindi un oratorio, iniziandosi a edificare la chiesa solo nel secolo successivo a partire dal 1524. Nel 1439 la compagnia, detta appunto della Madonna del Baraccano, costruì in strada S. Stefano un ospedale dove alloggiare quei pellegrini che, di passaggio per Bologna, si fermassero a visitare l'immagine miracolosa. Le conseguenze della peste, scoppiata nel 1527, determinarono un mutamento nella destinazione dell'ospedale: nel 1528 si iniziò a dare ricovero alle fanciulle di 'onesta condizione', orfane per recenti calamità. Nel 1530, papa Clemente VII confermò la nuova istituzione. Scopo del conservatorio fu quello di assistere, educare e dotare fanciulle non solo povere e orfane, ma che per la loro bellezza si trovavano anche in pericolo 'per l'onore'. (...) In conseguenza dei provvedimenti napoleonici, prima nel 1801 e poi nuovamente nel 1808, i conservatori di S. Marta, e S. Croce e S. Giuseppe uniti furono concentrati nei locali del Baraccano sotto l'amministrazione della Congregazione di Carità. Dopo il 1817 il Conservatorio femminile di S. Maria del Baraccano, riconosciuto dal card. Oppizzoni, ebbe amministrazione autonoma fino all'istituzione dei Pii Istituti Educativi con r.d. 28 agosto 1864" (da I. Germani, Confraternita e ospedale (poi conservatorio) di S. Maria del Baraccano, in Istituto per la storia di Bologna, Gli archivi delle Istituzioni di carità e assistenza attive in Bologna nel Medioevo e nell'Età moderna. Atti del IV colloquio. Bologna 20-21 gennaio 1984, vol. I, Bologna 1984, pp. 68-69).
 
Area delle informazioni sul contesto di provenienza
soggetto produttore: ente
Compagnia e conservatorio di S. Maria del Baraccano
 
Area delle informazioni relative alle condizioni di accesso e utilizzazione
inventari presenti in sala di studio
numero 465, sezione VI a cura di L. Salamone, 1980
 
Area della compilazione
note sulla compilazione
Descrizione compilata sulla base del "Manuale per i rilevatori" del progetto "Anagrafe informatizzata degli archivi italiani" (Roma, 1994) e delle istruzioni dell'Archivio di Stato di Bologna per la rilevazione dei dati. Revisionata con riferimento alla seconda edizione di ISAD(G): "General International Standard Archival Description" (trad. it. pubblicata in «Rassegna degli Archivi di Stato», LXIII, 1, 2003)
 
funzionario responsabile
Carmela Binchi, Ingrid Germani, Diana Tura
 
operazioni effettuate
compilazione  Antonella Campanini  1995-1998 
revisione  Antonella Campanini  2000 
ultima modifica  Carmela Binchi, Ingrid Germani, Diana Tura  2005 
 
 
 
  IL PATRIMONIO
L'Archivio di Stato di Bologna
I fondi in ordine storico-cronologico e per tipologia
I fondi in ordine alfabetico
La ricerca per parole e per data
  GLI STRUMENTI
La struttura
  IL SISTEMA INFORMATIVO
Documenti sul sistema informativo
Responsabilità scientifica
Immagini disponibili
Risorse web disponibili
Interoperabilità tra ASBO e SIAS
Notiziario
Link ad altri sistemi informativi